Agricoltura in aree montane - Comune di Saltrio (VA)

archivio notizie - Comune di Saltrio (VA)

Agricoltura in aree montane

 

Si comunica che la Giunta Esecutiva della Comunità Montana del Piambello con deliberazione n. 27 in data 26/03/2018 ha approvato il Bando per l’anno 2018 a sostegno dell’agricoltura di montagna, ai sensi dell’art. 24 della L.R. 31/2008, pertanto a partire dal giorno 09 Aprile 2018 fino al 09 Maggio 2018, le aziende agricole della valle possono presentare le domande di contributo riferite alla medesima legge. (Non saranno ritenute valide le domande redatte a Siarl prima di tale data).

 

I finanziamenti previsti riguardano interventi strutturali e acquisto di dotazioni da effettuare da  parte delle  aziende agricole della Comunità Montana Del Piambello, come di seguito indicato:

Interventi ammissibili :

MISURA 2.1 “AIUTI AGLI INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE:

-    Tipologia 2.1.3: Acquisto di attrezzature per la modernizzazione delle stalle.

-    Tipologia 2.1.4: Adeguamento e modernizzazione del parco macchine e delle attrezzature .

Chi può presentare domanda

impresa individuale coni seguenti requisiti:

- titolare di partita IVA attiva in campo agricolo;

- iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio (sezione speciale “Imprenditori agricoli” o sezione “Coltivatori diretti”);

- in possesso della qualifica di imprenditore agricolo ai sensi dell’articolo 2135 del Codice Civile;

società agricola con i seguenti requisiti:

- titolare di partita IVA attiva in campo agricolo;

- iscritta al Registro delle Imprese della Camera di Commercio (sezione speciale “Imprese agricole”);

- in possesso della qualifica di imprenditore agricolo ai sensi dell’articolo 2135 del Codice Civile;

società cooperativa con i seguenti requisiti:

- titolare di partita IVA attiva in campo agricolo;

- iscritta all’albo delle società cooperative di lavoro agricolo, di trasformazione di prodotti agricoli propri  o conferiti dai soci e/o di allevamento;

- in possesso della qualifica di imprenditore agricolo ai sensi dell’articolo 2135 del Codice Civile.

 

- Chi non può presentare domanda: Gli imprenditori agricoli che beneficino del sostegno al prepensionamento.

Entità degli aiuti

I beneficiari non possono presentare più di una domanda per misura, fino ad un importo massimo complessivo di spesa ammessa di €. 30.000,00, come riepilogato nelal seguente tabella:

Misura 2.1 “Aiuti agli investimenti nelle aziende agricole”

Non sono ammissibili domande con spesa prevista di importo superiore a 50.000,00 euro, al netto di IVA, ai fini di garantire il rispetto dell’effetto incentivante del contributo concedibile.

 

Tipologie di intervento

Richiedente

Spesa massima ammessa all'anno €

Percentuale contributo

Contributo massimo

2.1.3

2.1.4

giovani imprenditori agricoli (1)

30.000,00

50%

15.000,00

altri richiedenti

30.000,00

40%

12.000,00

(1) La maggiorazione di contributo può essere applicata solamente se l’investimento è realizzato entro cinque anni dal primo insediamento in agricoltura.

A chi presentare la domanda

Le domande di finanziamento sono presentate alla Comunità Montana Del Piambello nel caso in cui gli interventi proposti ricadono nel territorio della stessa, considerando l’ubicazione dei terreni  e  delle  strutture aziendali e non quella della sede legale. Nel caso d’acquisto di impianti, attrezzature, macchine, ecc. le domande di contributo devono essere presentate alla Comunità Montana nel cui territorio è localizzato il centro aziendale.

Nel caso dei comuni di Barasso, Luvinate e Varese classificati montani e non inclusi  nell’ambito  territoriale della Comunità Montana del Piambello le domande vanno presentate a questa Comunità Montana.

Come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica tramite la compilazione informatizzata della stessa presente nel Sistema informativo della Direzione Agricoltura di Regione Lombardia (SIARL). La domanda può essere compilata e presentata direttamente dalle imprese interessate oppure da altri soggetti dalle stesse delegati (CAA, Organizzazioni Professionali di categoria, Studi professionali), abilitati all’accesso al sistema.

 

La domanda s’intende regolarmente presentata e ricevibile quando:

1.è stata compilata, chiusa informaticamente e inviata elettronicamente all’ente competente entro le ore 24.00 dell’ultimo giorno stabilito dal presente bando al precedente punto 9.1. Tutte le domande che, dopo tale data, non sono state chiuse informaticamente a sistema, sono da considerarsi non valide e, pertanto, non ricevibili dagli enti competenti;

 

2. è stata fatta pervenire alla Comunità Montana Del Piambello, entro e non oltre i 10 giorni continuativi successivi alla data di presentazione della domanda a SIARL, la copia cartacea della domanda  e la documentazione di cui al successivo punto 9.4, mediante consegna diretta o invio a mezzo posta raccomandata o come file allegato a un messaggio di posta elettronica certificata (PEC). In caso di invio  per posta, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, farà fede la data del timbro apposto  dall’ufficio postale accettante.

 

Per poter accedere agli aiuti è obbligo per i richiedenti aggiornare il fascicolo aziendale tramite i CAA (Centri Autorizzati di Assistenza Agricola) riconosciuti dalla Regione Lombardia. Il fascicolo aziendale dei comuni e degli altri soggetti pubblici può essere costituito e/o aggiornato dalle Comunità Montane, purché non siano dichiarate particelle e allevamenti gestiti dai medesimi.

 

Fasi dell’inoltro della domanda:

  • accedere al sito www.agricoltura.regione.lombardia.it, nella sezione dedicata al Sistema  Informativo della Direzione Agricoltura della Regione Lombardia (SIARL) ;
  • registrarsi con le modalità indicate sul sito del SIARL. Le informazioni relative all’accesso al Modello Unico di domanda informatizzato sono reperibili anche presso la Direzione Generale Agricoltura, le Province, le Organizzazioni Professionali Agricole e presso i Centri Autorizzati di Assistenza Agricola (CAA);
  • compilare il modello di domanda per gli aiuti articolo 24 l.r. 31/2008;
  • inviare la domanda per via telematica alla Comunità Montana del Piambello;
  • SIARL rilascia al richiedente una ricevuta attestante la data di presentazione della domanda, che coincide con l’avvio del procedimento;
  • stampare la domanda e firmarla in originale. In caso di invio mediante PEC, deve essere effettuata la scansione della domanda in formato PDF e il file deve sottoscritto da uno dei soggetti con diritto di  firma. La sottoscrizione della domanda deve essere effettuata con firma elettronica ai sensi del d.lgs. n. 82/2005 mediante l’utilizzo di dispositivi per firma elettronica avanzata (quali ad es. CRS/CNS associate a PIN – cosiddetta firma debole) o con dispositivi per la firma digitale (cosiddetto sistema di firma forte rilasciata da Ente certificatore);
  • consegnarla o inviarla alla Comunità Montana del Piambello entro e non oltre i 10 giorni continuativi successivi alla data di presentazione della domanda a SIARL.

 

Le domande presentate possono essere modificate per la correzione di eventuali errori entro 10 giorni dalla data di presentazione a SIARL.

Documentazione da allegare alla domanda

Alla copia cartacea della domanda (in caso di consegna diretta o invio per posta raccomandata) o al messaggio di posta elettronica certificata (PEC) deve essere allegata, ai fini dell’ammissione all’istruttoria, la seguente documentazione:

1. fotocopia di documento di identità, ai sensi dell’art. 38 del dpr n. 445/2000 (solo nel caso di domanda cartacea);

2. descrizione dell’investimento, comprensiva delle indicazioni relative ai costi e alla localizzazione, redatta sul modello di scheda di misura allegato al presente bando;

3. almeno due preventivi di spesa, in caso di acquisto di macchine, impianti e attrezzature.  I  preventivi di spesa, indirizzati al richiedente, devono essere presentati su carta intestata dei fornitori, con apposti timbro e firma dei fornitori stessi e riportare la descrizione analitica della fornitura. Le offerte devono essere:

  • proposte da soggetti diversi, cioè da due fornitori indipendenti;
  • comparabili;
  • formulate in base ai prezzi effettivi praticati sul mercato e non ai prezzi di listino.

Tuttavia, nel caso di acquisizioni di beni altamente specializzati e nel caso di investimenti a completamento di forniture preesistenti, per i quali non sia possibile/conveniente reperire o utilizzare più fornitori, un tecnico qualificato deve predisporre una dichiarazione nella quale si attesti l’impossibilità di individuare altre ditte concorrenti in grado di fornire i beni oggetto del finanziamento, allegando una specifica  relazione tecnica giustificativa, indipendentemente dal valore del bene o della fornitura da acquistare;

 

4. dichiarazione sostitutiva di atto notorio , riferita alla situazione del giorno di presentazione della domanda, dichiarando:

  • se ricorre il caso, di avere richiesto per gli interventi previsti dalla misura, il finanziamento anche con altre “fonti di aiuto”, specificando quali.

 

Per informazioni gli interessati possono consultare l’allegato Bando 2018, anche sul sito internet dell’Ente, www.cmpiambello.it, oppure rivolgersi alla Comunità Montana Del Piambello, sede di Arcisate in Via Matteotti n. 18, (tel 0332/47.67.80)  il Martedi e il Venerdi dalle ore 10,00 alle 13,30.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (373 valutazioni)